Un approfondimento di Tommaso Fonti, LL.M. e Cristina Piangatello del Dipartimento Fiscalità Internazionale e Diritto Doganale

Import_export_DPI_BacciardiChiarite le modalità e i benefici per l’export e l’import di dispositivi di protezione individuale e altri beni utili per contrastare il coronavirus attraverso il Regolamento UE 2020/402 e la decisione della Commissione europea n. 2146.

Il Regolamento UE 2020/402 ha sancito che dal 15.03.2020 l’esportazione di dispositivi di protezione individuale (DPI) è soggetta al rilascio di apposita autorizzazione conforme al modulo di cui all’Allegato 2 del Regolamento medesimo.

Per gli operatori italiani l’autorizzazione è concessa online mediante l’utilizzo della piattaforma SIVA.

L’importazione di DPI e di altri beni utili per il contrasto del Coronavirus può avvenire in esenzione da dazi doganali e IVA, gestita attraverso lo svincolo diretto.

Questa agevolazione è prevista per i soggetti autorizzati, come le Regioni e le Province autonome, gli altri enti territoriali locali, la Pubblica Amministrazione, le strutture ospedaliere, gli enti di diritto pubblico che esercitano servizi pubblici essenziali; organizzazioni caritative e filantropiche riconosciute.

Per ottenere tali benefici i soggetti interessati ad importare i beni sopra richiamati devono presentare un’autocertificazione attestante che sono i destinatari dei beni.

La Commissione europea, con propria decisione n. 2146 del 03.04.2020, ha autorizzato l’applicazione delle suddette agevolazioni per le importazioni effettuate dal 30.01.2020 al 31.07.2020.

 

 

Contatta lo studio per maggiori informazioni